oscars design

Jessy Dorris pochi giorni fà ha intervistato David korins,  che ha fatto brillare le stelle del cinema di Hollywood, con la sua nuvola di diamanti.

David è un talentoso designer. Ha rivoluzionato il palcoscenico di Broadway con il famoso giradischi di Hamilton, ha progettato palchi importanti per Lady Gaga e ha collaborato a mostre con Sotheby’s, la Shoah Foundation della University of Southern California e la galleria Gagosian. Ma per il 91 ° Oscar, affronta una sfida ancora più grande con gli occhi del mondo su di esso. Per non parlare delle 40.000 rose reali, e di molti altri cristalli Swarovski, che non solo si riuniscono in una massiccia “nuvola di cristallo” che si gonfia sopra e intorno al palcoscenico, ma anche in uno nastro a tre piani di centinaia di fili luccicanti. Korins ha preso un momento tra le prove con Bette Midler e Queen – per non parlare dei suoi altri progetti, tra cui l’adattamento musicale di Beetlejuice e Hamilton: l’Esibizione di Broadway – per entrare nella grande hall del Dolby Theatre e chiacchierare di quello che succederà per la più grande notte di Hollywood.

Quindi, proprio prima dell’evento, come stai?

Sto bene!(risata) No, in realtà, sto molto più che bene. Questo è uno dei cinque lavori di design in cui tutti sanno di cosa stai parlando. Non avevo idea che sarebbe mai accaduto o come potesse accadere. Ma il [produttore degli Academy Award] Glenn Weiss conosceva il mio lavoro da Tony’s. Una sera, mentre ero a D.C. a provare Beetlejuice durante una pausa per la cena, Glenn mi ha chiamato e mi ha detto che mi avrebbe controllato con l’Accademia. Sei interessato e disponibile? Ho ingoiato il mio pezzo di sushi e ho detto di sì! Ha detto, okay, hai sei settimane!

Che cosa hai fatto per primo?

Ricerca. Ho riflettuto sulla vecchia Hollywood, ma anche l’anno in cui Bill Condon ha diretto e David Rockwell l’ha progettato – la prima volta che qualcuno ha rotto il boccascena con un palco. Mettere i vincitori proprio lì nel giro dei loro coetanei.

Per così dire. Come è nata la collaborazione con Swarovski?

I cristalli sono rappresentazioni iconiche del glamour. Sono perfetti e creati dall’uomo. Mi chiedevo se potevo unirli insieme, come i pixel, per creare un’atmosfera dall’architettura. La nube di cristallo (tema dello stage) è come un evento meteorologico. È straordinario, il modo in cui galleggia al disopra della scena.

C’è un significato dietro di esso, come se ci fosse una nuvola che incombe sulla cerimonia, date le recenti controversie?

Gli esseri umani vengono fermati sulla loro strada, in termini di bellezza, da tre fattori: lo sforzo umano, come l’architettura o il design, in cui la prodezza dell’ingegneria è al di là della comprensione; natura, come fenomeni meteorologici o fiori, che non possono essere spiegati o replicati nella loro maestà dallo sforzo umano; e amore Sto provando quest’anno a consegnare tutti e tre in dosi massicce.

A proposito di fiori, ci sono 40.000 rose? Come gestire tante fioriture?

Più di 40.000. Vivo a Manhattan e ogni giorno vicino al viale di casa, continuo a vedere questo cartellone per Infinite Roses, che ha un metodo di imbalsamazione completamente organico e non tossico. È un’opportunità per fornire una nuova texture. Sono la versione della natura di un oggetto perfetto.

A proposito di amore, come lo comunichi?

Se facciamo un diagramma di vann gli Academy Awards sono morti. Non c’è sceneggiatura, davvero. Il design della produzione cinematografica e di tutto il suo mondo, lo devo ricostruire con un messaggio visivo di questo particolare mondo che è visto da milioni di persone contemporaneamente. È giusto dire che ci sono delle linee guida che vengono tracciate e molto schemi da rispettare. Le persone hanno così tante opinioni in questi giorni. Volevo fare una dichiarazione chiara sull’inclusione e sulla comunità, quindi ho scelto di utilizzare quasi nessuna linea retta o angolo retto. Invece, il proscenio si estende e abbraccia il teatro. È più interessante far sorridere tutti, sollevare un sopracciglio e dire “questo sforzo dell’artista mi ha sfidato”.

Annunci